La mutilazione genitale femminile è una violazione dei diritti umani.

Non permettiamo che altre subiscano la stessa sorte, fermiamo le mutilazioni.

Grazie ai Riti di Passaggio Alternativi, tra Kenya e Tanzania, abbiamo già salvato oltre 16.000 bambine.

Sostieni la formazione degli operatori Amref,
simbolo di un’Africa che si batte per il suo futuro.

Dobbiamo fare di più,
dobbiamo salvarle tutte!

Dobbiamo fare di più,
dobbiamo salvarle tutte!

Unisciti alla lotta!

Supporta la nostra lotta!

Supporta la nostra lotta!

Scegli come contribuire

Contribuisci

Contribuisci

Grazie per la tua donazione

Con il tuo aiuto stiamo formando operatrici e operatori in Africa. Insieme stiamo salvando bambine e ragazze dalle mutilazioni.

Hai già fatto molto, vuoi fare di più? Parla ai tuoi amici di questa causa.

Il pagamento non è andato a buon fine

Ci dispiace! Si è verificato un problema durante il pagamento. Riprova cliccando qui sotto

Grazie per il tuo sostegno

Con il tuo aiuto formeremo operatrici e operatori in Africa. Insieme salveremo bambine e ragazze dalle mutilazioni.

Scarica il bollettino per effettuare la tua donazione

Stai già facendo molto, vuoi fare di più? Parla ai tuoi amici di questa causa.

Grazie per il tuo sostegno

Con il tuo aiuto formeremo operatrici e operatori in Africa. Insieme salveremo bambine e ragazze dalle mutilazioni.

Scarica i dettagli per donare con un bonifico bancario

Stai già facendo molto, vuoi fare di più? Parla ai tuoi amici di questa causa.

La sua ferita
è la nostra.

Stop alle
mutilazioni
genitali 

UNA BAMBINA
MUTILATA È UNA
FERITA AL CUORE
DELL’UMANITÀ.

200 milioni di donne
ferite nel corpo
e nello spirito 

La nostra lotta

La mutilazione è considerata un rito di passaggio dall’infanzia all’età adulta. Le bambine tagliate sono costrette ad abbandonare la scuola, a sposarsi e ad avere figli. Amref promuove Riti di Passaggio Alternativi (ARP) e sensibilizza sull’importanza dell’istruzione: attraverso gli ARP alcune usanze tipiche, come balli e canti, restano intatte ma la benedizione dei libri scolastici sostituisce la mutilazione.

Dona ora

La nostra guerriera:
Nice 

Unisciti a noi e Nice per combattere le mutilazioni Genitali Femminili.
Nice ha 28 anni, è un'operatrice di Amref, una giovane leader mondiale e attivista per i diritti umani. Sfidando le norme sociali, Nice è sfuggita a soli 9 anni alla mutilazione. Attraverso la formazione ricevuta da Amref, Nice ha educato anziani, ragazze e giovani, e trasmesso loro conoscenze sulla salute sessuale e riproduttiva e sui diritti delle donne.

Dona ora

Conoscere
per combattere 

Le mutilazioni
genitali femminili 

Cos'è

La mutilazione genitale femminile è una pratica dolorosa e dannosa, inflitta a giovani ragazze e bambine. Chi la subisce rischia la vita per le condizioni in cui il taglio viene operato: shock, emorragie, infezioni, il contagio dell’HIV sono alcuni dei principali pericoli della mutilazione.

I numeri

200 milioni di donne nel mondo (oltre 3 volte la popolazione italiana!) hanno subito la mutilazione genitale. 44 milioni sono bambine con meno di 14 anni. La pratica della mutilazione genitale femminile si concentra in 28 paesi dell’Africa Sub Sahariana.

I perché

Le mutilazioni sono praticate per ragioni identitarie o credenze che appartengono a tutte le religioni. La mutilazione genitale è un rito che accompagna le bambine e le giovani ragazze verso l’età adulta e porta all’abbandono della scuola, a matrimoni e gravidanze precoci.

Amref, la più grande organizzazione sanitaria che opera in Africa, è attiva dal 1957.

Tutti i suoi progetti sono realizzati con il coinvolgimento delle popolazioni locali e hanno l’obiettivo di proteggere l’infanzia, permettere l’accesso all’acqua pulita e garantire il diritto alla salute a uomini, donne e bambini.

E’ così che i beneficiari degli interventi diventano protagonisti del cambiamento, aiutando l’Africa a non avere più bisogno di aiuto.

Amref health Africa

Nel 2017, fondi raccolti 8,1 MLN/€
Persone raggiunte: 770.000 circa

Come spendiamo i fondi raccolti:
programmi in Africa e in Italia (63%), Sensibilizzazione e comunicazione progetti (7%), Raccolta fondi (19%), Supporto generale (11%).

chiudi

Condividi con i tuoi amici

Fai conoscere la nostra lotta

La ferita di tante bambine e ragazze è la nostra

parlarne conta anche se non costa nulla

Condividi su:

Facebook